Orari di apertura

Dal lunedì al sabato dalle 9.00 alle 21.00
Domenica dalle 9.30 alle 20.30

palladio-vi.jpg
Pubblicato il 24 Aprile 2017

Vicenza oramai è sinonimo di Palladio: per celebrare questo grande artista al Palladio Museum in Contrà Porti 11 a Vicenza fino al 18 giugno 2017 si potrà visitare la mostra chiamata "Andrea Palladio: Il Mistero del Volto".

Chi era Andrea Palladio? A Vicenza e dintorni avrai sentito certamente parlare della Ville Palladiane. Ecco, Andrea Della Gondola, (questo era il suo vero nome), nato a Padova nel 1508, già da ragazzo mostrò talento come tagliapietre e da Padova si trasferì a Vicenza, dove divenne presto capo-cantiere. Nel 1535-8 incontrò il suo mentore, il nobile intellettuale Trissino. Fu lui a chiamare Andrea con il soprannome "Palladio", da "Pallade Atena", la dea della sapienza. Palladio era anche il nome di un angelo buono dell’epopea di Trissino “L’Italia liberata dai Goti“. Grazie a Trissino il Palladio approfondì gli studi classici. Successivamente venne chiamato a costruire le splendide ville dei nobili vicentini, fino a quando nel 1549 progettò la Basilica Palladiana e il magnifico Palazzo Chiericati. Solo negli anni ’50 il Palladio migliorò ancora e si dedicò alle ville di ricche famiglie veneziane.

L’esposizione, a cura di Guido Beltramini, prende in esame questo architetto, il più conosciuto degli ultimi cinque secoli. La curiosità è che di Andrea Palladio non esiste un ritratto del’500, anche se pare ce ne fossero due, entrambi perduti. Chissà quindi che volto aveva questo grandioso artista! Da questa domanda nasce quindi la mostra che ha l’obiettivo di ricostruire il suo volto, grazie alla ricerca scientifica effettuata tra errori e dipinti falsificati. Sembra però che in Russia e negli USA ci siano state nuove scoperte, per la precisione in totale sono stati ritrovati ben 12 ritratti. La cosa buffa è che nel 1700 gli inglesi si sono letteralmente inventati a tavolino una faccia per Andrea Palladio.

La mostra è aperta tutti i giorni, tranne il lunedì, dalle 10 alle 18. Trovi maggiori informazioni sul sito www.palladiomuseum.org/exhibitions/volto.

Photocredits: Di Copista del sec. XVIII, G.B. Maganza (originally uploaded on the Italian wikipedia.) [Public domain], attraverso Wikimedia Commons